Musicoterapia e cervello del bambino autistico

In che modo la musicoterapia influisce positivamente sul cervello dei bambini dello spettro autistico

Una nuova ricerca suggerisce che la musicoterapia migliora la comunicazione sociale in bambini affetti da Disturbo dello Spettro Autistico, attraverso la modificazione delle connessioni tra le aree cerebrali

Alcuni risultati suggeriscono che le aree del cervello siano eccessivamente connesse in questo tipo di disturbo, mentre altre suggeriscono che la connessione tra diverse aree del cervello non sia abbastanza forte. Si ritiene comunque che queste differenze di connettività siano almeno parzialmente responsabili delle difficoltà nella comunicazione verbale e sociale osservate nell’ASD e che possano inoltre svolgere un ruolo nella sensibilità sensoriale. Alcuni studi recenti sottolineano gli effetti benefici, soprattutto nelle aree del coinvolgimento emotivo e della comunicazione sociale, della terapia musicale per bambini affetti da ASD. Ma lo studio di Sharda e colleghi è il primo studio a spiegarci in che modo un intervento di musicoterapia influisca sul cervello di questi bambini.

Sharda e colleghi hanno confrontato un intervento di tipo musicale con un intervento di controllo non musicale nei bambini in età scolare (6-12) con ASD. Ventisei bambini hanno partecipato all’intervento musicale e 25 bambini diversi hanno partecipato all’intervento non musicale. Entrambi gli interventi si sono svolti settimanalmente per 45 minuti e sono stati condotti per 8-12 settimane. In questo studio, i ricercatori hanno misurato la connessione e la comunicazione tra diverse aree del cervello. 
In linea con i risultati promettenti delle ricerche neuroscientifiche, i risultati dello studio rilevano miglioramenti nella comunicazione, nella reattività sociale e nella qualità della vita familiare per i bambini che hanno usufruito dell’intervento musicale rispetto all’intervento di controllo. Per i bambini che hanno usufruito dell’intervento musicale, è stato rilevato un aumento delle connessioni tra le aree cerebrali responsabili dell’elaborazione uditiva e le aree motorie subcorticali, oltre che una diminuzione delle connessioni tra le aree di elaborazione uditiva e visiva.

La parte più rilevante dei risultati è che le differenze nell’attività cerebrale erano correlate a miglioramenti nelle misure comportamentali. Ad esempio, la forza della connessione tra aree uditive e motorie era significativamente correlata a miglioramenti nella comunicazione sociale. Cioè, i bambini che hanno avuto i maggiori aumenti nella connessione cerebrale tra aree uditive e motorie hanno avuto anche i maggiori miglioramenti comportamentali nell’intervento di risposta. Allo stesso modo, i bambini che avevano diminuito i collegamenti tra le aree del cervello uditivo e visivo hanno mostrato maggiori miglioramenti nella comunicazione sociale. 

Possiamo sottolineare almeno due osservazioni conclusive rispetto a questi importanti risultati:
1. La musicoterapia può migliorare la comunicazione sociale nei bambini in età scolare con ASD. 
2. L’intervento musicale non migliora solo il comportamento, ma influenza anche la forza delle connessioni tra le aree cerebrali, cambiamenti di connessione che sono correlati ai miglioramenti comportamentali nella comunicazione sociale. Questo è un risultato molto incoraggiante perché può spiegare il motivo per cui un intervento di musicoterapia è così efficace. Ad esempio: la riduzione delle connessioni tra aree uditive e visive del cervello può diminuire la sensibilità sensoriale in questi bambini, il che può portare di conseguenza a miglioramenti nelle loro abilità sociali.

È possibile che la sensibilità sensoriale interferisca con la comunicazione sociale nel disturbo dello spettro autistico. Immagina di provare a parlare con qualcuno, ma la sua voce è incredibilmente forte, acuta e sgradevole. Inoltre, le luci nella stanza ti fanno male agli occhi, e fuori c’è un rumore forte di sirene. Quanto sarebbero efficaci le tue abilità di comunicazione sociale in quella situazione? Le capacità di comunicazione sociale diminuiscono a causa della sovrastimolazione sensoriale, come sembra accadere per i bambini affetti da ASD. Sembra plausibile invece che aiutando attraverso la musicoterapia ad alleviare i sintomi sensoriali, le abilità sociali di questi bambini possano migliorare notevolmente.


LINK https://www.psychologytoday.com/intl/blog/neuroscience-in-translation/201903/how-music-therapy-affects-the-brain-in-autism